Decreto Liquidità: sospensione versamenti fiscali e contributivi per Aziende, Autonomi e Professionisti

Rinvio al 30 giugno dei versamenti di Iva, Ritenute, Inps e Inail. 

Scadenze previste nei mesi di aprile e maggio di Iva, Ritenute, Inps e Inail rinviate in caso di riduzione del fatturato.  

È stato ampliato nel Decreto Liquidità (DL. 8/4/20 n° 23) il periodo di sospensione delle scadenze fiscali e contributive, già preannunciato dal Governo, previste nei mesi di aprile e maggio.

Infatti il Dl., all’art. 18, prevede una sospensione per imprenditori e professionisti dei versamenti in scadenza nei mesi di aprile e maggio 2020 relativi a:
a) ritenute alla fonte sui redditi di lavoro dipendente e trattenute relative all’addizionale regionale e comunale
b) Imposta su Valore Aggiunto (Iva)
c) contributi previdenziali e assistenziali (Inps)
d) Inail     

Chi potrà sospendere i versamenti fiscali e contributivi?

L’art.18 individua i beneficiari della sospensione/rinvio in due categorie:

  • Imprenditori e professionisti con ricavi o compensi non superiori a 50 milioni di euro nell’anno 2019 che hanno subìto una riduzione del fatturato o dei corrispettivi di almeno il 33% nel mese di marzo 2020 rispetto allo stesso mese del 2019, e nel mese di aprile 2020 rispetto al aprile 2019,  potranno sospendere, rispettivamente, per i mesi di aprile e maggio 2020 i versamenti di imposte e contributi.
  • Imprenditori e professionisti con ricavi o compensi superiori a 50 milioni di euro nell’anno 2019 dovranno invece dimostrare una riduzione di fatturato/corrispettivi di almeno il 50%.
  • Per imprenditori e professionisti che hanno il domicilio fiscale o la sede legale/operativa nelle province di Bergamo, Brescia, Cremona, Lodi e Piacenza, la sospensione opera a prescindere dal volume dei ricavi dell’anno 2019, sempre che si dimostri una riduzione del fatturato di almeno il 33% per i rispettivi mesi.
  • I versamenti sono sospesi anche per coloro che avessero intrapreso la loro attività di impresa o professionale successivamente al 31 marzo 2019.

Quando si dovranno versare imposte e contributi sospesi?

Tutti i versamenti sospesi nei mesi di aprile e maggio dovranno essere effettuati, a scelta, in un’unica soluzione entro il 30 giugno 2020, o mediante rateizzazione fino a un massimo di 5 rate mensili di pari importo a decorrere sempre dal 30 giugno 2020.

La sospensione e il rinvio del pagamento di imposte e contributi entro le date previste non comporta l’applicazione di sanzioni e interessi.

Leggi anche...
Lavoratore Autonomo Occasionale
Lavoro Autonomo Occasionale: inquadramento fiscale e previdenziale

Inquadramento Fiscale del Lavoratore Autonomo Occasionale L’attività di Lavoro Autonomo Occasionale resta sempre una prestazione di Lavoro Autonomo, con obblighi fiscali sia per il Committente Leggi

Lavoro Autonomo Occasionale: cos’è e come funziona

Per definire il Lavoro Autonomo Occasionale è necessario chiarirne preventivamente le caratteristiche. L’art. 2222 c.c. stabilisce il “contratto di lavoro autonomo” come “contratto d’opera” con Leggi

Contributo a Fondo Perduto Artigiani e Commercianti: Decreto Ristori

Nuovi coefficienti per i Contributi a Fondo Perduto destinati alle Partite IVA in difficoltà. Nuovi coefficienti per i Contributi a Fondo Perduto destinati alle Partite Leggi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.